LEOCOM SHOTS FROM THE EDGE “

Il 9 giugno 2016, durante un tentativo di discesa con gli sci dalla cima del Laila Peak

( m 6096-Pakistan ) ( peraltro non raggiunta a causa delle pessime condizioni della neve ) perdeva la vita Leonardo Comelli, alpinista muggesano di 27 anni, che assieme ad altri 3 alpinisti del triveneto stava tentando questa che sarebbe stata una prima mondiale. Leonardo, appassionato fotografo, ( aveva già pubblicato foto e articoli su riviste del settore a tiratura nazionale ) aveva il compito di documentare l’impresa. Per ricordare il tragico evento, ad un anno dalla scomparsa, la Sottosezione di Muggia del C.A.I. – S.A.G, di cui Leonardo era Socio fin dalla nascita, gli hanno dedicato una mostra fotografica con alcune immagini, particolarmente significative, tratte dal suo personale archivio fotografico ricco di migliaia di scatti. Le immagini sono state esposte in anteprima dal 9 al 25 giugno a Muggia presso il Museo di arte moderna Ugo Carà, dove Leonardo era nato e viveva.

Con grandissimo piacere in occasione della tra giorni del NOF 2017 la mostra LEOCOM SHOTS FROM THE EDGE verrà allestita presso il Centro Polifunzionale di Sella Nevea.

Potrete ammirare, leggere, meditare, emozionarvi di fronte alle opere esposte, un bel tuffo nella VITA del nostro caro amico LEO!

Le immagini selezionate sono raggruppate in 5 sezioni: bianco e nero, ghiaccio, neve, roccia e Pakistan che ben rendono l’idea, anche al non esperto di montagna e al di là della bellezza intrinseca delle foto, quale era il suo modo di andare in montagna e con quale spirito essa veniva affrontata: non soltanto prestazione sportiva come atto di forza fisica o di sfida ai limiti propri e quelli imposti dagli elementi ma soprattutto grande amore e rispetto per essa e particolare attenzione alla sua grandiosa magnificenza come alle piccole cose che soltanto questa natura così difficile sa offrire. Queste spaccato fotografico ripercorre brevemente e un po’ con la fretta tipica di Leonardo ma forse non con la rinfusa che tanto lo contraddistingueva, una parte del suo… PERCORSO, quello, al quale dava enorme importanza per la sua crescita di alpinista e di uomo. « Bisogna ricordare sempre che quello che conta non è la cima, la fine, il traguardo ma il PERCORSO… e … non lasciare che le cose che accadono ti passino a fianco e se ne vadano senza lasciare traccia; riflettici un secondo, anche per delle piccolezze e riempi il tuo cuore di un sentimento e la tua mente di un concetto. »

Era questo il suo pensiero che ripeteva come un mantra in tutte le occasioni che lo portavano ad affrontare l’Alpe a diversi livelli e in diverso modo, che la salita sia andata a buon fine o che sia ritornato indietro con le pive nel sacco. Di sentimento nel cuore ne aveva fin troppo, anche se il suo fare a volte esageratamente brioso ne celava in parte la sensibilità; di amore ne aveva per tutti. Il concetto nella sua… mente ? Beh, forse ne aveva veramente uno soltanto, tanto da metterlo al centro della sua esistenza e attorno al quale far ruotare tutto il suo universo: “ La vita è breve, divertitevi ! “

LEOCOM SHOTS FROM THE EDGE “ è il nome del blog che Leonardo teneva e aggiornava continuamente con le sue fotografie; l’ultimo inserimento, una splendida gita scialpinistica nel Gruppo del Monte Bianco, reca la data del 21 maggio 2016, 4 giorni prima di partire per il Pakistan.